Pietro Grossi

 

"Incanto" - Mondadori
Pietro Grossi

Pietro Grossi (Firenze, 1978)
Cresce a Firenze, dove con qualche turbolenza resta fino ai vent'anni.

Dal '99 al 2001, dopo un anno in giro per il mondo e un inverno di nuovo a Firenze alla facoltà di Filosofia, frequenta la scuola Holden, creata da Alessandro Baricco a Torino.
Il suo esordio letterario è datato giugno 2000: Touché, pubblicato dalla casa editrice Pagliai Polistampa in una collana di letteratura italiana diretta da Enzo Siciliano.
Dal 2001 al 2002 si trova a New York, dove studia regia e religioni comparate e lavora con una società di produzione cinematografica e come traduttore.
Dal 2002 al 2006 vive prima a Roma poi a Milano, lavorando come correttore di bozze, barman, traduttore e infine copy-writer in una grande agenzia pubblicitaria. Collabora saltuariamente con il cinema.

Nel 2006 esce la raccolta di racconti Pugni, edito da Sellerio Editore. Raggiunge le finali di molti premi letterari, tra cui Premio Viareggio e Premio Strega. Vince il Premio Cocito Montà D'alba, il Premio letterario Piero Chiara, il Premio Fiesole Narrativa Under 40 e il Premio Pistoia del Ceppo. Nel 2010 la versione inglese, Fists, edita da Pushkin Press, arriva in finale all'Independent Foreign Fiction Prize, premio per la letteratura straniera concesso dal quotidiano Independent, e vince il Premio Campiello Europa 2010.
Nell'autunno 2007 esce il suo secondo romanzo, L'acchito, seguito nel 2010 da Martini
sempre per la Sellerio Editore.
Suoi racconti sono usciti su Nuovi Argomenti e su antologie di Fandango e Mondadori.
Nell’ottobre 2011 esce il suo ultimo romanzo Incanto, edito Mondadori.


Incanto - Pietro Grossi - Mondadori INCANTO

Una moto proibita che scintilla sotto il sole.
I misteri freddi e luminosi delle galassie.
Tre amici perduti e ritrovati.

Un borgo tra i colli toscani, un’estate di sole e cicale, tre ragazzi diversissimi ma legati dall’amicizia tacita e rovente di chi vuole crescere in fretta. Nel volgere di quell’estate ha inizio l’avventura che li porterà lontano.
Pochi mesi dopo, Biagio inizia la sua folgorante carriera di campione internazionale delle due ruote.
Jacopo, compilando una cartolina trovata in un libro di scuola, vince una borsa di studio per una delle più prestigiose università britanniche.
Le tracce di Greg, invece, si perdono nelle ragnatele luminose dell’alta finanza mondiale.
Amore, successo, felicità: di tutte le promesse di cui era gravida l’adolescenza almeno una è stata mantenuta?
Quale illusione ha sedotto ciascuno dei ragazzi ora diventati uomini a spezzare quell’incanto, quella quiete fatta di piccole cose e grandi sogni?
Vent’anni dopo, spinto da un sospetto assurdo, Jacopo vola fino a New York per incontrare Greg.
Inattesa e liberatoria come un temporale estivo, necessaria e abbacinante come una dimostrazione matematica, è la resa dei conti di un’amicizia: tre vite unite da un cono di luce che ha provato a sfidare il buio tutto intorno.


vedi l'evento in galleria fotografica







 

 
 
  Site Map